Inizio... con l'aiuto di Philippa Merivale...Talasi...maestre nel percorso dei colori... devo a loro quello che so. Espando il loro e il mio sentire.

Con amore e luce....

La medicina dei colori

Rosso:
 

Il processo inizia con il colore rosso che riguarda l'energia e il nostro collegamento con la terra.

L' energia è la principale priorità per l'esistenza fisica; il rosso è la forza necessaria per amare e per vivere; è la madre terra, il sangue vitale del mondo, ci tiene con i piedi in terra, consente al vigore materiale dell'incarnazione di entrare nel corpo e dargli vita, è l'ancoraggio dello spirito al corpo, il collegamento a terra delle nostre idee e intenzioni.

Il rosso è il primo chakra...incomincia il viaggio da qui.

Questo colore è la prima esperienza fisica, la nascita.

Sia che noi passiamo per il canale del parto, sia che siamo procreati tramite taglio cesareo, arriviamo in questo mondo attraverso l'area rossa del corpo.

Qual'è la natura di questa esperienza?

Abbiamo vissuto per alcuni mesi nel conforto e calore del ventre materno, galleggiando... con tutte le esigenze fondamentali soddisfatte senza fosse richiesto alcun sforzo reale da parte nostra.

Poi il parto...la recisione del cordone ombelicale..e il nostro primo incontro con l'elemento aria, con cambiamenti di temperatura...e ben presto di fame.

Abbiamo dovuto imparare a respirare, succhiare e in seguito masticare..in pratica a sopravvivere.

Noi siamo emersi , del tutto fiduciosi, da nove mesi di pace, tranquillità e calore trascorsi nella dolce, oscura intimità dei recessi più reconditi della madre...poi  le luci abbaglianti e un senso dell'equilibrio precario. Con ogni probabilità siamo stati fatti penzolare per i piedi e abbiamo ricevuto una vigorosa manata nel sedere..

Il modo a cui reagiremo a questa esperienza iniziale..sia che urliamo per ricevere attenzione..e accertarci che nulla venga dimenticato, sia che ci ritiriamo in preda alla paura,...stabilirà il modello della nostra vita futura.

Dopo la nostra sopravvivenza personale della specie, da cui la riproduzione e far fronte ad essa...cibo, riparo, e calore.

Il rosso è collegato anche alla parte importante dell'energia primordiale che è l'impulso sessuale.

Le labbra e il rossetto rossi che vengono evidenziati in molte pubblicità, costituiscono un palese utilizzo dell'energia di questo colore per stimolare il chakra di base.

Fisicamente l'area rossa ha attinenza con le capsule surrenali, le ghiandole la cui funzione è strettamente associata alla questione di sopravvivenza; è l'adrenalina che stimola la nostra reazione ad un'emergenza:..."lotta o fuggi".

Il rosso indica una persona pratica, con i piedi per terra.

Può essere scelto da persone dotate da molta iniziativa e ambizione.

Sono attratte dal rosso le persone che godono della sfida fisica di essere sulla terra.

 

Il rosso è un colore di base importante.

Talasi, maestra, mi ha dato molte possibilità per comprenderne il significato. Philippa spiega bene tutto e sempre con il cuore.

 La medicina dei colori

Rosso:

La lettura, così si chiama dell'Aura Soma, prevede una selezione da noi desiderata, attraverso la visione di 105 bottiglie, 4 alle volte 5, ognuna parla del percorso animico della persona.

La scelta di molto rosso in una selezione può indicare una persona energica.. qualcuno che stimola gli altri, al contrario, un individuo che ha bisogno di energia e di essere spronato.

Il rosso è un colore che infonde vigore, che incita e sprona all'azione.

Il rosso è il nostro sangue vitale che porta ossigeno attraverso le vene, tenendoci vivi su questa terra di momento in momento.

Il sangue rosso è il colore della fratellanza e della solidarietà, dei legami famigliari e della passione politica.

è fondamentalmente ,paradossalmente, un colore materialista, collegato al mondo materiale.

L'energia del rosso contiene un ammonimento alla cautela e forse alla moderazione.

Se  questo fosse portato agli estremi potrebbe indicare rigidità od ostinazione; una riluttanza ad intraprendere nuove esperienze; forse un posapiano, un individuo piantato in terra a un punto tale da non riuscire a vedere il mondo avanzare.

Nel suo sano stato e libero di scorrimento tuttavia il rosso rappresenta un'energia di movimento e di progresso. Ci motiva a uscire ..a conquistare; è una forza di coraggio e di audacia, talvolta anche di rivoluzione.

Il rosso è anche l'estremità più calda dello spettro, il colore del metallo incandescente e dei tizzoni ardenti; può mantenerci caldi e palpitanti, oppure bruciarci fino alla morte.

Il rosso è il calore fisico di un fuoco.. è l'ardore emotivo della nostra passione, dell'intensità mentale ,della concentrazione e dell'impegno spirituale , esprime anche sacrificio.

L'energia rossa ci risveglia attraverso il piacere o forse per mezzo della sofferenza. é una forza che tende a reagire.

Il rosso è anche l'energia dell'amore nelle sue molte forme.

é il colore del calore, del fuoco, delle rose e dei garofani rossi; nelle sue varie tonalità può indicare passione, profondo impegno, amore possessivo e condizionato, oppure affetto che si esprime nel sacrificio di sè.

é anche il colore della rabbia, della frustrazione e del risentimento;è splendidamente bilanciato; può fornire al corpo guarigione, vitalità e forza, può circondarlo di passione e tenerezza, ma anche distruggerlo con la rabbia, l'odio e la paura.

Può portarci avanti oppure trattenerci... forse manifestandosi fisicamente come infiammazione, irritazione, crampi.

é il colore che dà la vita e anche quello che la toglie.

Continuo con l'energia delle mie maestre. "La medicina dei colori"

Rosso:

L'impresa difficile è rimanere positivi, perciò quali sono, per esempio, le possibilità di esprimere l'energia della rabbia?

Cristo ha manifestato un'ira legittima rovesciando i banchi degli usurai; questa è la rabbia che raddrizza i torti e le ingiustizie, la stessa manifestata da Robin Hood quando derubava i ricchi per nutrire i poveri. ( ricordo sempre questa citazione della mia insegnante...così vera, così sentita).

   Si tratta dell'energia rossa in uno stato di libero scorrimento, di una rabbia che può essere creativa.

Che dire dell'espressione della nostra collera personale, dei risentimenti? Li manifestiamo in modo creativo? Oppure la rovesciamo interiormente verso noi stessi in modo che finisca per palesarsi in forma di sintomi fisici o emotivi, come mal di testa, artrite o depressione?

Oppure la riconosciamo per quella che è, ovvero un'energia che possiamo usare per crescere e acquisire autorevolezza?.

La sfida del rosso, una volta che abbiamo iniziato a superare l'ansia fondamentale intorno alla sopravvivenza, è quella di imparare a operare con la rabbia piuttosto che contro di essa, riconoscendola ed esprimendola in modo costruttivo, affinchè la sua energia  possa essere imbrigliata e usata positivamente.

Questa energia potente può essere trasformata e usata per sviluppare qualità come la concentrazione, la tenacia, la tenerezza, l'essere protettivi o il coraggio

(Grazie Philipa dei tuoi insegnamenti...oltre il colore).

Il raggio rosso è il sangue del pianeta; Ippocrate e altri medici dell'antichità credevano che la forza vitale fosse trasportata dal sangue.

Questa convinzione diede origine all'idea della personalità "sanguigna", di coloro che hanno il "sang", il sangue vitale dell'energia e dell'ottimismo che scorre loro nelle vene.

Nelle sua forma più elevata essa può fornire forza allo spirito, producendo sublime vigore e vitalità, mentre in quella inferiore può indicare estrema insoddisfazione e prosciugare un corpo della forza vitale.

 

 

L’Aura Soma è la medicina dell’Anima.
Ci sono 105 bottigliette  che contengono oli colorati da essenze ed estratti di piante più le vibrazioni dell’energia dei cristalli
Il sistema Aura Soma è semplice da usare. Opera attraverso tutti i livelli dell’essere.  1) A livello fisico, attraversa i chakra, le ruote di energia. Se uno dei chakra è intasato-stressato o indebolito, insorgono dei disturbi emotivi,
fisici e a volte psicologici.
Per ogni chakra c’è una bottiglia specifica per i vari organi, muscoli, ghiandole governate dal chakra, che aiuterà a ristabilire il flusso di energia.
L’emulsione delle bottiglie non funziona come barometro delle condizioni fisiche ed emotive, ma fornisce anche informazioni su avvenimenti presenti e aiuta a comprendere la via che si è scelta.
Le bottiglie sono chiamate anche “lo specchio dell’Anima”, perché permettono di conoscere il vero sé, che, una volta rivelato e capito, può essere aiutato.
Vicky Wall- la creatrice, amava dire che la verità è ciò che viene rivelato ad una persona quando lei “Accende  la Luce della Ricerca”.