COS'E' LO SHIATSU

 

Lo Shiatsu è una tecnica a mediazione corporea che origina dalla tradizione medico-filosofica cinese e che si è successivamente sviluppata in Giappone. Si basa sulla pressione perpendicolare, mantenuta e costante del pollice, delle dita, del palmo, dei pugno e del gomito, esercitata lungo il tragitto dei meridiani energetici o su aree specifiche del corpo.

L'obiettivo dello Shiatsu è quello di fare in modo che il soggetto mantenga o ritrovi l'equilibrio del flusso vitale.

Possiamo immaginare che l'essere umano sia come un torrente. L'acqua che scorre nel torrente è la sua energia, il suo flusso vitale. Quando, per diversi motivi, vengono ad esserci dei tronchi lungo il percorso del torrente, l'energia non fluisce più liberamente. Con lo Shiatsu si tolgono gradatamente gli impedimenti presenti lungo il percorso, per riportare l'energia, il Qi/Ki, nel suo stato di libero fluire e riportare quindi il soggetto al benessere.

Lo Shiatsu considera l'essere umano come un sistema multifunzionale, composto da elementi energetici, psichici e fisici in condizione di costante interdipendenza, dove l'assenza di salute, e quindi di benessere, è l'espressione concreta e percepibile della perdita di equilibrio energetico o "disarmonia".

Lo Shiatsu è un'arte autonoma rivolta al potenziamento e miglioramento della salute dell'Utente attraverso l'appropriata riarmonìzzazione delle sue risorse naturali e   in   nessun   caso   si   sovrappone o è conflittuale alle professioni mediche o sanitarie.

 

COSA NON E'

 

Lo Shiatsu non è un massaggio, non è sostitutivo di eventuali terapie mediche, sanitarie, psicologiche e psichiatriche ma è un metodo finalizzato al ripristino dell'equilibrio energetico dell'Utente. Per queste sue caratteristiche è risultato essere perfettamente affiancabile, in accordo con il medico curante, a qualsiasi trattamento terapeutico convenzionale e non convenzionale

L'Operatore Shiatsu non esegue diagnosi di tipo medico o sanitario né prescrive medicamenti all'Utente. In caso di malattia conclamata o sospetta è tenuto ad indirizzare l'Utente al suo medico di fiducia ed eventualmente ad invitarlo a svolgere tutte le indagini medico-ospedaliere necessarie.

 

LE SEDUTE SHIATSU

 

Il trattamento vero e proprio viene di solito preceduto da un colloquio di pochi minuti che permette all'operatore e al ricevente di identificare le condizioni generali del ricevente e programmare le varie fasi del trattamento. Durante il trattamento vero e proprio il dialogo tra operatore e ricevente continua ad altri livelli: non si comunica più con le parole, infatti, ma attraverso il contatto pressorio intenso, consapevole e profondo delle mani sul corpo.

Il ricevente viene fatto sdraiare comodamente a terra, su un apposito materassino; questo gli permetterà di abbandonarsi completamente, lasciando andare ogni tensione, senza sentirsi sospeso o preoccupato di cadere, come potrebbe accadere su un lettino. Anche l'operatore in questa condizione potrà lavorare più agevolmente, avendo a disposizione lo spazio necessario per mettere in atto le sue tecniche e sistemando il corpo di chi riceve nelle posizioni più idonee. Diverse sono infatti le posizioni che, a seconda delle necessità del trattamento, possono essere fatte assumere a terra al ricevente: sdraiato prono o supino, disteso su un fianco, ma anche seduto per alcune particolari manovre sul collo e sulle spalle.

Al termine del trattamento il ricevente rimarrà ancora alcuni minuti sdraiato, in uno stato di piacevole abbandono, così da permettere agli effetti benefici dello Shiatsu di continuare la loro azione profonda, mentre il corpo lentamente e gradualmente riprende il contatto con la realtà circostante.

 

CHI LO PRATICA

 

Il Parlamento italiano e le leggi regionali approvate parlano inequivocabilmente di formazione triennale per gli operatori delle discipline bionaturali.

Nello specifico, sono abilitati alla pratica dello Shiatsu gli Operatori che, come requisito minimo risultino avere: tre anni di formazione, 700 ore frontali con l'insegnante, studio delle materie sull'energetica orientale come quadro di riferimento culturale dell'Operatore, anatomia e fisiologia occidentale.