Silenzi

E ancora taccio

e in silenzio percorro

tremanti timori

simili a fremiti di ali inesperte.

Nei dirupi dei sogni

precipitano pensieri

tra brulle risate di rovi

straccianti segreti.

Una guglia di ghiaccio scintilla

indifferente riflesso di sole.
Conoscere

Un passo dopo l'altro..

il cemento, i prati, il mare, i fiumi,

le rotaie, gli spazi del cielo ..

Tutto vuoi percorrere, conoscere

con l'incoscienza dei vent'anni

rincorrendo fantasie spesso inutili.

Gli spazi del cielo, le rotaie,

i fiumi, il mare, i prati, il cemento

non sono il mondo

ma solo il ponte

dove sostano pensieri

che cancellano i vent'anni

dalla lunga corsa del Tempo..
 
Lasciali andare ..

Lasciali andare

come stupite farfalle

sull'agitarsi dell'erba.

Lasciali andare

ad esplorare prati più ampi

di quelli che noi conosciamo.

Lasciali andare

nella vita,

in quel prato bruciato da troppi soli,

marcito da piogge malate,

sconvolto da venti rabbiosi……

Lasciali volare

su quel mondo colmo di segreti

di misteri, di speranze

come i sogni fantastici

che si fanno prima del risveglio

sul falso domani promesso

da un dio bugiardo.

Lasciali andare

e non permettere al tuo pianto

di offuscare il loro volo..



G.-